Riforma del Terzo Settore, trasmessi alle Camere i principali decreti attuativi

Di: FbLab FB&Associati di martedì 23 maggio 2017 18:22

La Riforma del Terzo Settore, presentata dal Governo Renzi nell’estate 2014 ed approvata in via definitiva dal Parlamento esattamente due anni dopo, è entrata in vigore il 3 luglio del 2016 (l. 106/2016), e sta entrando ora nella sua fase attuativa. Proprio ieri sono stati trasmessi alle Camere alcuni tra i principali decreti attuativi della riforma vertenti in materia di Testo Unico del Terzo Settore, di Cinque per Mille ed impresa sociale (AG 417, 418, 419).

Il Governo dispone di 12 mesi dall’entrata in vigore della legge delega per adottare i decreti attuativi e di 12 mesi ulteriori dall’entrata in vigore di ciascuno di essi per correggerlo od integrarlo.

Di seguito il quadro delle deleghe previste dalla legge, con il relativo stato di attuazione:

  • Articolo 3: revisione del codice civile in materia di associazioni e fondazioni (confluito nel nuovo codice, approvato in via preliminare dal CDM, all’esame consultivo del Parlamento)
  • Articolo 4: adozione del nuovo Codice del terzo settore (approvato in via preliminare dal CDM, all’esame consultivo del Parlamento)
  • Articolo 5: revisione della normativa in tema di volontariato, promozione sociale e mutuo soccorso (confluito nel nuovo codice, approvato in via preliminare dal CDM, all’esame consultivo del Parlamento)
  • Articolo 6: disciplina dell’impresa sociale (approvato in via preliminare dal CDM, all’esame consultivo del Parlamento)
  • Articolo 8: revisione della disciplina in materia di servizio civile nazionale (già pubblicato in Gazzetta Ufficiale)
  • Articolo 9: agevolazioni e fiscalità di vantaggio per gli enti del Terzo settore (confluiti nel nuovo codice, salvo un decreto autonomo per il 5×1000, entrambi approvati in via preliminare dal CDM, all’esame consultivo del Parlamento)
  • Articolo 10: istituzione fondazione Italia sociale (approvato in via definitiva dal CDM il DPR recante lo statuto della fondazione)
  • I testi trasmessi ieri alle Camere, in materia di testo unico del terzo settore, di cinque per mille e di impresa sociale, saranno esaminati dalle competenti Commissioni parlamentari entro il prossimo 21 giugno. 

FBLab in un’infografica ripercorre i punti salienti della Riforma: