Fintech, il Doc sui risultati dell’indagine conoscitiva

Di: FbLab FB&Associati di giovedì 25 gennaio 2018 9:59

Questa legislatura è stata contrassegnata da diverse indagini conoscitive di grande interesse per tutti i settori produttivi. Particolarmente rilevanti quelle sui temi economico-finanziari.

Da ultimo, si segnala la conclusione dell’indagine conoscitiva sulle tematiche relative all’impatto della tecnologia finanziaria sul settore finanziario, creditizio e assicurativo (cd. Fintech), deliberata nel luglio 2017, che ha visto la Commissione Finanze della Camera impegnata – a partire dal mese di settembre 2017 – per ben 3 mesi e circa 30 audizioni, su di una delle prospettive più innovative ed interessanti per settori come ICT, finance & banking, insurance.

Con l’occasione FBLab ha realizzato un documento informativo sui risultati dell’indagine conoscitiva, nonché sul ciclo di audizioni svolte dalla Commissione Finanze della Camera. Un’indagine di indubbio rilievo, quindi, che rivela l’interesse del legislatore per le dinamiche più innovative della finanza, cuore pulsante dell’economia reale.

Nel documento conclusivo:

  • si richiede una mirata azione del Governo, anche mediante soggetti istituzionali appositi, per lo sviluppo del settore;
  • si sottolinea l’esigenza di un investimento in know-how, per porsi all’avanguardia nell’innovazione;
  • si rafforza la consapevolezza dell’importanza dell’educazione finanziaria, elemento cruciale per garantire la protezione di chi effettua investimenti.

Resta aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per restare sempre aggiornato sulle nostre attività

Disclaimer Privacy

I dati che ci fornirà liberamente sono utilizzati da FB&Associati solo a fini informativi , anche con strumenti informatici, e non saranno comunicati a terzi Lei può in ogni momento accedere ai dati, ottenere di non ricevere più materiale di propaganda, opporsi al trattamento dei dati o chiedere di integrarli, rettificarli, ecc., rivolgendosi a FB&Associati. Provvedimento n. 128 del 7 aprile 2011 Garante protezione dati personali.